WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Al via Italia Direzione Nord, le sfide di Milano tra i temi del convegno

Jump to navigation Jump to search

Il primo giorno grande attesa per l’incontro con Davide Casaleggio.Tra i protagonisti anche Stefano Buffagni, i presidenti di Lombardia e Piemonte e Beppe Sala

Milano, 2 dicembre 2019

Due giorni di incontro tra rappresentanti delle istituzioni, della politica, delle imprese e degli stakeholder per parlare del ruolo che Milano e il Nord devono avere nello sviluppo dell’intera Italia, ma anche di quello che sta a Nord dell’Italia, ovvero dell’Europa e della sfida dei rapporti con la comunità degli Stati del nostro continente. Dopo sei edizioni totali (due di Italia Direzione Nord, due di Salute Direzione Nord e due di Futuro Direzione Nord) il 2 e 3 dicembre torna a Milano Italia Direzione Nord, alla Fondazione Stelline di Milano. Le due giornate si articolano in una serie di incontri in cui si confrontano esponenti di mondi diversi ma senza nessun tipo di schieramento ideologico, solo con un obiettivo ben preciso: dare spazio alle “persone che hanno qualcosa da dire”, così com’è nel claim della kermesse fin dal suo avvio, nel 2017.

L’evento è stato ideato dal giornalista Fabio Massa e realizzato da Esclusiva srl e Inrete Relazioni Istituzionali e Comunicazione. Nella due giorni parteciperanno, tra gli altri, il Viceministro dello Sviluppo Economico Stefano Buffagni, il presidente del Copasir Raffaele Volpi. Lunedì anche un dialogo tra i due presidenti di Regione Lombardia e Regione Piemonte, Attilio Fontana e Alberto Cirio, mentre martedì c'è il confronto tra “Le sardine a passo Duomo” e la sinistra milanese, con Simona Regondi, de Le Sardine, Silvia Roggiani, segretaria metropolitana del Pd e Anita Pirovano, capogruppo in comune di Milano Progressista.

Nel corso della prima giornata si è parlato di una possibile via per lo sviluppo al femminile dell’Italia, di un’agenda per Milano 2025, delle partecipate della città di Milano, del costo sociale della cronicità e delle malattie rare, di come la tecnologia impatta sul mondo del lavoro e del valore della ricerca e dell'innovazione in ambito medico, anche nell'ambito di un confronto tra Lombardia e Lazio, con i vicepresidenti delle due Regioni. In conclusione, un incontro a porte chiuse con Davide Casaleggio su "Il futuro delle imprese e del lavoro con l’avvento della Quarta Rivoluzione Industriale".

Il 3 dicembre spazio al futuro: riguardo allo sviluppo urbanistico di Milano come megalopoli, a sicurezza e legalità tra mondo reale e virtuale e al rapporto tra tecnologia e il futuro. Al centro di uno degli incontri anche il “melanoma: un destino che può cambiare” e i rischi corsi dai nostri figli. Nel corso della terza giornata ci sarà anche l’incontro con Raffaele Volpi, presidente del Copasir, mentre nell’evento di chiusura si ragionerà su: “Milano e l’Italia, una storia di innovazione”, con il sindaco di Milano Giuseppe Sala e Andrea Pezzi.

Autore

Note