WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Differenze tra le versioni di "(20 marzo 2020) Lettera aperta a Gallera: quarantena per i detenuti ai domiciliari"

Jump to navigation Jump to search
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Riga 30: Riga 30:
  
 
Gianni Rubagotti, Segretario Associazione per l'Iniziativa Radicale "Myriam Cazzavillan"
 
Gianni Rubagotti, Segretario Associazione per l'Iniziativa Radicale "Myriam Cazzavillan"
 +
 +
==Rassegna Stampa==
 +
 +
[http://www.lavalledeitempli.net/2020/03/21/lettera-aperta-gallera-quarantena-detenuti-ai-domiciliari/?fbclid=IwAR0mOLG5SlxJVP9svfgQ7IFGTnWKXnN8z3sP3GsDMowcZF11IoTD4Iv4F2c Lettera aperta a Gallera: quarantena per i detenuti ai domiciliari]

Versione delle 18:03, 25 mar 2020

Berni ferretti avvocato.jpg

Testo Lettera Pubblica

Gentile Assessore Gallera,

consapevoli dello straordinario sforzo che la Regione Lombardia sta compiendo per affrontare la Pandemia e visto che:

- il decreto CuraItalia agli articoli 123 (Disposizioni in materia di detenzione domiciliare) e 124 (Licenze premio straordinarie per i detenuti in regime di semilibertà) prevede, come lei ben sa, di fare uscire dal carcere detenuti a fine pena e consentire i loro arresti domiciliari

- questa misura sembra finalizzata a permettere agli istituti di pena di fronteggiare il coronavirus ma purtroppo si chiude la stalla quando i buoi sono già scappati (ci sono infatti già dei casi di contagio rilevati nelle carceri lombarde)

Tutto ciò premesso esiste la concreta possibilità che fra i reclusi ci siano contagiati asintomatici.

Se così fosse ogni detenuto che può accedere a questa misura alternativa si troverebbe di fronte a un bivio:

- o restare in carcere rischiando il contagio

- o ricongiungersi ai propri cari rischiando di contagiarli.

Se questa è l’unica alternativa ai rischi derivanti dall'incivile sovraffollamento dei nostri istituti di pena ci pare crudele e pericolosa, sia per i detenuti che per tutti coloro che lavorano nelle carceri

Ci appelliamo allora a lei, affinchè ogni detenuto che può accedere a queste misure trascorra un periodo di quarantena e se non dispone di ha una abitazione con un suo bagno personale dove passarla possa ottenere più idonea soluzione abitativa tramite la Regione Lombardia.


Giampaolo Giorgio Berni Ferretti, vice-capogruppo Forza Italia Municipio 1 Milano

Enrico Borg, già consigliere provinciale

Gianni Rubagotti, Segretario Associazione per l'Iniziativa Radicale "Myriam Cazzavillan"

Rassegna Stampa

Lettera aperta a Gallera: quarantena per i detenuti ai domiciliari