WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Differenze tra le versioni di "14 gennaio 2014: Il ricordo del consigliere regionale Lucio Bertè chiesta da Forza Italia ed il Minuto di Silenzio del Consiglio di Municipio 1"

Jump to navigation Jump to search
(Creata pagina con "Il Municipio 1 su richiesta di Forza Italia, ricorda, con 1 minuto di silenzio ed l' intervento del consigliere di Forza Italia avvocato Giampaolo Berni Ferretti, Lucio Bertè...")
 
(Nessuna differenza)

Versione attuale delle 21:43, 15 gen 2020

Il Municipio 1 su richiesta di Forza Italia, ricorda, con 1 minuto di silenzio ed l' intervento del consigliere di Forza Italia avvocato Giampaolo Berni Ferretti, Lucio Bertè, consigliere radicale recentemente scomparso.

"Lucio Berté era un radicale quindi un liberale e un nonviolento. Era liberale perché le sue lotte per esempio perché lo stato controllasse le carceri dal punto di vista sanitario, avendo sul tema una votazione unanime del consiglio regionale della Lombardia, erano lotte per la giustizia giusta, per lo stato di diritto, per la libertà dell'individuo contro lo stato che vuole limitare le sue libertà.

Ma era anche un nonviolento, cioè, come il suo maestro Pannella, credeva fortemente che non bastasse discutere e spiegare le proprie idee ma fosse necessario mettere in gioco e a rischio il proprio corpo, però senza l'uso della violenza. Ecco i lunghi scioperi della fame, lo sciopero della dentiera in solidarietà dei detenuti, lo stare per giorni negli scavi del parcheggio di sant'Ambrogio per difendere il cimitero paleocristiano, 216 metri di catene per la giustizia sui minori. Non per vincere sull'avversario ma per convincerlo e vincere con lui."

Video

  • Il Minuto di Silenzio del Consiglio di Municipio 1
  • il ricordo di Lucio Bertè del consigliere Giampaolo Berni Ferretti ripreso da Radio Radicale