WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Differenze tra le versioni di "Reagan e Thatcher: Milano li ricordi con una via e una scuola"

Jump to navigation Jump to search
(Collegamenti esterni)
Riga 78: Riga 78:
  
 
*[http://www.libertiamo.it/2013/04/11/la-thatcher-non-era-reagan-in-italia-non-ha-avuto-eredi/?fbclid=IwAR1gvtFwLbxBCpw1WT1_MXiQ0bNhPnhaKfSPu3EgtP6It16XjiqdmPAu7h0 libertiamo.it, 11 aprile 2013, La Thatcher non era Reagan. In Italia non ha avuto eredi]
 
*[http://www.libertiamo.it/2013/04/11/la-thatcher-non-era-reagan-in-italia-non-ha-avuto-eredi/?fbclid=IwAR1gvtFwLbxBCpw1WT1_MXiQ0bNhPnhaKfSPu3EgtP6It16XjiqdmPAu7h0 libertiamo.it, 11 aprile 2013, La Thatcher non era Reagan. In Italia non ha avuto eredi]
 +
*[[File:magazzino-thatcherismo-e-austerita.pdf |miniatura|nessuno|magazzino-thatcherismo-e-austerita.pdf|200px]]

Versione delle 22:36, 9 ott 2019

Reagan e Thatcher: Milano li ricordi con una via e una scuola
Iniziativa politica - Mozione
Reagan thatcher.jpg
Data8 ottobre 2019
LuogoMunicipio 1 di Milano
Protagonisti
OrganizzatoriForza Italia

L'intitolazione di una via e una scuola di Milano a Ronald Reagan Margaret Thatcher è l'oggetto di una mozione presentata al Consiglio del Municipio 1 di Milano, l'8 ottobre 2019, da consiglieri del gruppo Forza Italia.

Testo della mozione

Oggetto: intitolazione via a Ronald Reagan e scuola a Margaret Thatcher

Considerato che

• Il 9 novembre di quest'anno saranno passati 30 anni dalla caduta del muro Berlino e della cortina di ferro che divideva i paesi dell'est, che erano sotto il controllo di Mosca, dai paesi occidentali e con democrazia liberale.

• È universalmente riconosciuto il ruolo nella caduta del regime sovietico delle 2 amministrazioni del Presidente repubblicano degli Stati Uniti d’America Ronald Wilson Reagan e dei governi del Regno Unito aventi come Primo Ministro la conservatrice Margaret Hilda Thatcher, Baronessa Thatcher, nata Roberts coniugata Lady Thatcher • Ronald Reagan durante un discorso tenuto presso la Porta di Brandeburgo il 12 giugno 1987 in occasione dei 750 anni di Berlino ha esclamato la frase che poi ha dato il titolo a quell’ intervento “Tear down this wall! (Abbatta questo muro!)” come esortazione verso l’allora segretario generale del PCUS Michail Gorbačëv con cui stava conducendo trattative per la distensione dei delle 2 superpotenze

• con quella affermazione Reagan ha invocato la nascita di una nuova Europa dove le nazioni dell’Est europeo sarebbero tornate insieme alle loro sorelle occidentali. La stessa nuova Europa sognata dal nostro concittadino Eugenio Colorni che partecipò insieme ad Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, anch'essi confinati con lui a Ventotene, alla scrittura del Manifesto per un’Europa libera e unita, che poi da quel luogo prese il nome.

• Margaret Thacher è stato il più fedele alleato di Reagan in Europa e di lei la ex-first Lady Nancy Reagan disse “Lei e Ronnie erano anime gemelle politiche, insieme combatterono per la libertà e per far finire il comunismo".

Appurato che • Secondo l’articolo 2 della Legge 1188 del 23 giugno 1927 Toponomastica stradale e monumenti a personaggi contemporanei “Nessuna strada o piazza pubblica può essere denominata a persone che non siano decedute da almeno dieci anni.” E secondo l’articolo 3 “- Nessun monumento, lapide od altro ricordo permanente può essere dedicato in luogo pubblico od aperto al pubblico, a persone che non siano decedute da almeno dieci anni.” e secondo l’articolo 4 “È inoltre in facoltà del ministro per l'interno di consentire la deroga alle suindicate disposizioni in casi eccezionali, quando si tratti di persone che abbiano benemeritato della nazione.”

• La giunta Comunale attraverso l’Assessore Del Corno ha scelto di non chiedere deroghe di questo tipo • Il suddetto Presidente Reagan è morto nel 5 giugno 2004 cioè 15 anni fa mentre la suddetta Margaret Thatcher è morta l’8 aprile 2013 cioè 6 anni fa

• Milano ha dedicato a Dario Fo morto da meno di 10 anni la Palazzina Liberty in Largo Marinai d'Italia 1 e la scuola di Piazza Sicilia a Umberto Eco morto da meno di 10 anni. IMPEGNA Il Presidente del Municipio 1 a intercedere presso l’amministrazione comunale per chiedere di dedicare una via o una piazza fra quelle di nuova futura costruzione nel nostro Municipio al Presidente Reagan e una scuola o altro edificio del nostro Municipio che non richiede la deroga ministeriale alle regola dei 10 anni a Margaret Thatcher.

Firmatari:

Comunicato Stampa

Reagan e Thatcher: Milano li ricordi con una via e una scuola

Il 9 novembre di quest'anno saranno passati 30 anni dalla caduta del muro di Berlino e della cortina di ferro che divideva i paesi dell'est, che erano sotto il controllo di Mosca, dai paesi occidentali e con democrazia liberale.

E molti iniziano a dimenticare che se possiamo scendere in piazza a protestare contro i governi nelle capitali europee lo dobbiamo a chi prima di quella data ha saputo tenere ferma la barra dei diritti dell'individuo contro chi li voleva sacrificare per edificare una società tirannica che gli individui li spediva in campi di concentramento se avevano idee diverse di quelle del regime.

Ora quella vittoria sembra scontata ma non lo era, anzi nel 900 non sono mancati momenti in cui sembrava che l'Unione Sovietica e il blocco comunista avrebbe conquistato anche l'Occidente.

Ci sono 2 esponenti politici che più di tutti gli altri sono stati feroci lottatori contro quei regimi: Ronald Reagan e Margaret Thatcher. Crediamo che sia arrivato il momento di ricordarli e farli conoscere alle nuove generazioni intitolando a Reagan una via tra quelle di prossima costruzione nel nostro Municipio e alla ex-primo ministro britannico una scuola o una palazzina o altro edificio per cui non è necessario chiedere una deroga alla regola che impedisce di dedicare vie e piazze a persone decedute da meno di 10 anni (Margaret Thatcher è scomparsa nel 2013). Speriamo che questa iniziativa possa anche portare a riscoprire e ristudiare le loro politiche economiche liberiste e le loro idee liberali, che tanto poco hanno finora trovato spazio in un paese come il nostro che invece di governi Thatcher e Reagan avrebbe profondo bisogno. Milano è la candidata ideale a ricordare queste 2 figure che hanno rilanciato una idea di Europa senza divisioni non solo perché è la città più europea del nostro Paese, per cultura e struttura economica, ma anche perché è la città natale di uno degli estensori del Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, cioè Eugenio Colorni.

Con gentile preghiera di pubblicazione.

Video

Presentazione Mozione da parte di Giampaolo Berni Ferretti

Rassegna Stampa

Pagine correlate

Collegamenti esterni