WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Museo Martinitt e Stelline

Jump to navigation Jump to search
Museo Martinitt e Stelline
Martinittstellinelogo.jpg
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Indirizzo Corso Magenta 57
Caricamento mappa ...
Contatti
Email museo@pioalbergotrivulzio.it
Telefono 02 43006522
Sito Web http://www.museomartinittestelline.it/home

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano

Il Museo Martinitt e Stelline raccoglie e rende fruibile il materiale archivistico degli storici enti assistenziali di Milano: l’orfanotrofio dei Martinitt, l’orfanotrofio delle Stelline e il Pio Albergo Trivulzio.

Checked.png Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (5/1/2021)

Storia

Il Museo Martinitt e Stelline viene inaugurato il 19 gennaio 2009, realizzato dall'Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio.

Il Museo nasce per conservare gli archivi e i beni artistici di tre storici enti assistenziali milanesi: l'orfanotrofio dei Martinitt, nato nella prima metà del Cinquecento, l'orfanotrofio delle Stelline, nato nella seconda metà del Settecento, e il Pio Albergo Trivulzio, nato nel 1771. I documenti custoditi presso il museo vanno dal 1800 fino al 1959, la documentazione più antica si trova depositata presso l'Archivio di Stato di Milano.

All'interno del Museo sono collocati anche i dipinti dei benefattori, ossia la galleria gratulatoria con i ritratti dei donatori che hanno beneficato gli istituti dal XVI secolo in poi.

Attività

L'attività primaria che il Museo Martinitt e Stelline promuove è la ricerca e lo sviluppo del tema storico legato al fenomeno dell'assistenzialismo nell'Ottocento, con la conseguente comunicazione degli esiti alla comunità scientifica e generica. Il percorso museale è caratterizzato da installazioni multimediali e interattive che inducono il visitatore a scandagliare virtualmente e realmente gli archivi dei due orfanotrofi per scoprire documenti di grande valore storico, foto e immagini, in un'atmosfera di crescente stupore.

Lungo un percorso suggestivo il visitatore può virtualmente sfogliare i documenti che raccontano la vita degli orfani Martinitt e Stelline, partecipare alla simulazione di una lezione scolastica fra quelle ricostruite dagli storici e dagli sceneggiatori, visionare le principali letture di svago dell'epoca, rendersi conto della formazione al lavoro e della conseguente condizione dell'occupazione nelle fabbriche ai tempi della rivoluzione industriale, scoprire quanto la città di Milano rappresentasse il terreno ideale per uno sviluppo economico etico.

Il Museo è anche promotore di molte iniziative aperte gratuitamente al pubblico di vario genere ed è un punto di riferimento per le scuole che vogliano fare un' esperienza laboratoriale a partire da fonti di prima mano, sia documentarie, sia iconografiche. Il Museo ha anche realizzato un grande progetto di studio sulla memoria del lavoro dal XIX secolo agli anni '70 del Novecento, a partire da fonti d'archivio (fascicoli personali di martinitt e stelline) e fonti orali (con numerose testimonianze), e la realizzazione di due lungometraggi di memoria.

Protagonisti

Note

Collegamenti esterni

Tutor della pagina WikiMilano

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano