WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Teatro Nuovo

Jump to navigation Jump to search
Teatro Nuovo
Teatro nuovo logo.jpg
Teatro nuovo.jpg
Protagonisti
Direttore artistico
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Indirizzo Piazza San Babila, 3
Caricamento mappa ...
Contatti
Email info@teatronuovo.it
Telefono 02 794026

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano


Checked.png Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (1/02/2021)

Storia

Nato nel 1938 su progetto dell'architetto Lancia, a gestirlo viene chiamato un personaggio di grande rilievo: Remigio Paone. Amico personale di Luigi Pirandello, grande conoscitore di teatro, animatore con altri di feroci polemiche per l'innovazione del teatro negli anni Venti, Remigio Paone lancia il Teatro Nuovo con una programmazione di altissimo livello.

È sua l'idea di chiamarlo "Teatro Nuovo". Il federale di Milano avrebbe voluto un nome ben più retorico, ma per l'antifascista Paone quei nomi non andavano e occorreva trovarne uno che non desse fastidio, un nome fatto di niente, per aggirare senza darlo a vedere la posizione del federale.

Di qui Teatro Nuovo perché nuovo lo era, odorava ancora di intonaco fresco!

Iniziano le programmazioni e compaiono a Milano i fratelli Titina, Eduardo e Peppino De Filippo che debuttano al Teatro Nuovo il 22 dicembre 1938 con "Ditegli sempre di si" di Eduardo.

Dopo un periodo di chiusura, ricominciano così i grandi successi nel dopoguerra. Le compagnie che calcano il palcoscenico del Teatro Nuovo sono sempre le più quotate: Rina Morelli e Paolo Stoppa, Totò ospite fisso di ogni stagione, Wanda Osiris e Carlo Dapporto, Ernesto Calindri, Anna Magnani, Paola Borboni...

Nascono nuovi personaggi nel teatro italiano e il Teatro Nuovo puntualmente li presenta: Tognazzi, Rascel, Sordi, Chiari, Gassman, Billi e Riva. La Spettacoli Errepi società di produzioni teatrali di Remigio Paone, produce alcuni dei più grossi spettacoli dell'epoca. Spesso sul palco del Teatro Nuovo si esibiscono grandi star internazionali: Louis Amstrong, Maurice Chevalier, Josephine Baker, Harry Belafonte, Yves Montand.

Ma col finire degli anni sessanta e l'inizio degli anni settanta inizia un periodo di crisi, cambia il costume ed il pubblico ha nuove esigenze. Inoltre nel 1977 muore Remigio Paone, lasciando dietro sé un grande vuoto.

Franco Ghizzo, un imprenditore milanese con una grande passione per il palcoscenico subentra alla gestione Paone. Il Teatro Nuovo, a poco a poco, riconquista l'interesse del pubblico milanese.

Ricompaiono i nomi, il grande teatro, le grandi star internazionali: Liza Minnelli, Julio lglesias, Jerry Lewis; Jonny Dorelli con l'esilarante "Taxi a due piazze" di Garinei e Giovannini e poi ancora Carla Fracci, Carmelo Bene,Mariangela Melato, "Il grande Barnum" con Massimo Ranieri, il Trio Marchesini, Lopez, Solenghi, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni.

Ed è proprio Ghizzo che per primo propone i grandi musical un dal mitico Grease con Lorella Cuccarini e Gianpiero Ingrassia, Sette spose per sette fratelli con Manuel Frattini e Raffaele Paganini, Un americano a Parigi con Christian De Sica, e poi ancora Hollywood con Massimo Ranieri, The Full Monthy, Jesus Christ Superstar, La piccola bottega degli orrori, Dance.

Accanto ai grandi musical Ghizzo non dimentica la prosa con i grandi attori come Glauco Mauri, Tato Russo,Sebastiano Lo Monaco, Vincenzo Salemme, Rossella Falk, Nancy Brilli, Luigi De Filippo, Franco Castellano,

E ancora una volta il suo grande fiuto lo spinge a presentare la compagnia legnanese, unica erede del grande Felice Musazzi che grazie ai suoi attori Antonio Provasio, Enrico Dalceri e Luigi Campisi, riporta alla luce la tradizione dialettale.

Alla scomparsa del compianto Franco Ghizzo nel marzo 2004, la direzione artistica del Teatro Nuovo di Milano passa alla moglie Gemma e alla figlia Monica.

Nel 2013 la gestione è passata a Lorenzo Vitali, produttore e amico della famiglia Ghizzo.

Note

Pagine correlate

Collegamenti esterni

Tutor della pagina WikiMilano

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano