Associazione Regionale Pugliesi di Milano

Associazione Regionale Pugliesi di Milano
TipoAssociazione senza scopo di lucro
Fondazione1998
ScopoPartecipazione, animazione culturale, sostegno sociale.
Protagonisti
PresidenteCamillo de Milato
DirettivoVedi elenco
Sede
Sede centralevia Pietro Calvi, 29 Milano
Contatti
Sito webhttp://www.arpugliesi.it/

L'Associazione Regionale Pugliesi di Milano è un'organizzazione non profit, avvicinare le regioni italiane, di far sempre meglio conoscere le genti delle diverse parti d’Italia, di cementare la cordialità di rapporti per creare vincoli nuovi di simpatia e di interessi.

Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (20/07/2023)


Storia

Nel 1921 nacque l’Associazione Pugliese di Milano grazie all'attivismo di un gruppo di professionisti e di commercianti E’ nel giugno del 1929 che l’assemblea generale dei soci del sodalizio affidò la guida della Associazione a Leonardo Dragonetti e ad Alfredo Violante, illustre avvocato e giornalista (fondò e diresse il Quotidiano e il Rinnovamento, fu chiamato da Matilde Serao a dirigere la pagina meridionale del Giorno. Fu in seguito tra i fondatori della Gazzetta del Mezzogiorno). La ripresa dell’attività coincise con l’inaugurazione della nuova sede sociale in Via Torino, 34. Nel 1930 l’assemblea dei Soci dell’Associazione Pugliese elesse l’Avv. Marco Cioffrese alla carica di Presidente; nella gestione del sodalizio oltre ai citati Leonardo Dragonetti e Alfredo Violante si aggiunse il consigliere di Corte d’Appello Giuseppe De Napoli. Il nome di Giuseppe De Napoli pone in risalto, nel quadro dell’attività dell’Associazione, l’adesione all’iniziativa editoriale della casa Sonzogno, che in quegli anni veniva pubblicando con grande successo la collana de Le cento città d’Italia illustrate;

Si deve a tre membri dell’Associazione Pugliese la redazione di sette monografie: Giuseppe De Napoli si occupò di Altamura, di Bitonto e di Trani; Vincenzo Azzariti di Molfetta; Alfredo Violante di Manfredonia, di Andria e di Barletta. Nello stesso anno 1930, l’opera dell’Associazione viene autorevolmente affiancata dalla rivista mensile Terre di Puglia che, sorta col dichiarato proposito di << coadiuvare il lavoro di propaganda >> per la Fiera del Levante, ebbe come direttore Alfredo Violante e come segretario Arnaldo de Palma. Terre di Puglia divenne l’espressione viva della cultura pugliese a Milano annoverando tra i suoi collaboratori il poeta Umberto Fraccacreta, Pasquale Di Cagno per la sezione musicale, Giuseppe De Napoli, Araldo Di Crollalanza, Filippo Surico, Innocenzo Cappa, lo storiografo Gennaro Serena di Lapigio.

Con il tempo il sodalizio si svuotò, poi si ricompose in qualche maniera per disperdersi nuovamente.

Il 20 settembre 1983, i soci del “Circolo Pugliese” con atto del notaio Benedetto Antonio Elia, deliberarono di accogliere un gruppo di pugliesi non ancora formalmente costituito, "al fine di comprendere in un unico contesto associativo tutti i pugliesi", e di mutare pertanto la denominazione del Circolo in “Associazione Regionale Pugliesi”.

L’Associazione ebbe la sua sede in Piazza Duomo,21, al timone prima il dr. Lezoche, poi il dr. Bruno Marzo.

Nel 1998 l’Associazione culturale pugliesi “Amici del Dolmen” entra a far parte dell’Associazione Regionale Pugliesi, presidente diventa il Cav. Francesco Carriera, l’associazione si trasferisce nella attuale sede di via Pietro Calvi, 29 che viene inaugurata alla presenza del presidente della Regione Puglia On. Raffaele Fitto e del Vice Sindaco di Milano, il corregionale Sen. Riccardo De Corato, con testimonial d’eccezione Renzo Arbore.

Dal 2002, le redini sono passate dalle mani di Carriera a quelle del Cav. Dino Abbascià, figura di spicco nell’agone commerciale. Con Abbascià presidente onorario è stata acclamata il noto avvocato matrimonialista Annamaria Bernardini De Pace.

Nel 2015, dopo l'improvvisa e prematura scomparsa del Cav. Dino Abbascià, l'Assemblea dei sci ha eletto Presidente il Gen. Camillo de Milato.

Eccellenze di Puglia – Premio Ambasciatore di terre di Puglia

L’iniziativa, Eccellenze di Puglia – Premio “Ambasciatore di terre di Puglia" è germogliata dalla volontà di dare un riconoscimento a chi negli anni ha contribuito alla valorizzazione del patrimonio umano, culturale e sociale della Puglia. L’evento è motivato dall’intento di scoprire, conoscere e far conoscere attraverso le proprie eccellenze, il pensiero, la cultura, la laboriosità e l’ingegno di quelle genti, che sono divenute popolazione delle terre di Puglia.

Esso mira a creare momenti di aggregazione, confronto e condivisione nello spirito di integrazione delle vecchie e nuove migrazioni.

Il logo ufficiale è una rappresentazione del faro di S. Maria di Leuca, punta estrema e fine delle terre di Puglia (de finibus terrae).

Protagonisti=