Fiorenzo Galli

Fiorenzo Galli

Direttore del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.
In carica
Inizio mandato 2001

Componente del Consiglio di Reggenza della sede di Milano della Banca d'Italia
In carica
Inizio mandato 2020
Incarichi
Segretario del Consiglio di Reggenza[1]

Fiorenzo Galli, all'anagrafe Fiorenzo Marco Galli (Milano, 27 ottobre 1955), è un manager italiano, direttore del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.

Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (26/10/2023)

Biografia

Compie gli studi presso l’Università degli Studi di Milano dove si laurea in Politica Economica e Finanziaria.

Sposato, due figli, ufficiale degli Alpini, ha un passato di imprenditore nel settore elettromeccanico in un’azienda di famiglia dal 1981 al 1994.

Museo di Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

Dopo l'esperienza da segretario generale della Fondazione Milano per la Scala, dove rimane dal 1994 al 2001, diventa direttore generale del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, incarico che ricopre tutt’ora.

Sotto la sua guida l'istituzione ha un nuovo, straordinario impulso in varie direzioni. Vengono aperte nuove sezioni espositive e si ospitano importanti eventi e collaborazioni scientifiche di livello internazionale, si inaugura il book shop, il sito Internet ottiene grandi riconoscimenti e grande attenzione viene dedicata ai visitatori più giovani, a cui vengono proposti percorsi educativi e specifici laboratori interattivi. Si deve all'intuizione e all'impegno proprio di Galli il decisivo incremento del fund raising che mette a disposizione del museo importanti risorse economiche sia pubbliche che private. Nel 2019 il budget del museo raggiunge i 17 milioni di euro, 5 milioni provenienti da finanziamenti pubblici e 12 milioni da ricavi dei biglietti, attività commerciali, mostre e partnership[2]. I visitatori del museo superano così la cifra di mezzo milione e quelli del sito il milione all'anno. I dipendenti del Museo sono ormai stabilmente oltre il centinaio, insieme a quasi 200 consiglieri scientifici.

Memorabile l'impresa con la quale, nell'agosto 2005, lo staff del museo pianifica e realizza l'avventuroso viaggio del (gigantesco) sottomarino Toti per strade e vie della pianura padana fino alla sede nel centro di Milano.

Altri incarichi

In virtù della sua esperienza nel campo culturale, dal 2004 è professore di Museologia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano; tiene inoltre lezioni nonché corsi e Master anche in altre università.

A partire dal 1983 ricopre incarichi in Confindustria e in Assolombarda, di cui è stato Presidente dei Giovani Industriali, componente del Comitato di Presidenza, del Consiglio Direttivo, della Giunta e del Collegio dei Probiviri.

È componente del Kuratorium del Deutsches Museum di Monaco di Baviera e del Consiglio di Reggenza della sede di Milano della Banca d'Italia.

Curiosità

Animato fin da giovane dalla passione politica, di matrice liberale, alle elezioni amministrative del 2016 è candidato nella lista civica Beppe Sala Sindaco. Eletto al Consiglio comunale di Milano, rinuncia all'incarico.

Riconoscimenti

  • Medaglia di Benemerenza Culturale dell'Università degli Studi di Milano (1999)
  • Finalista del Computer World Honor Prize dello Smithsonian Institute per le applicazioni tecnologiche alla Cultura (2000)
  • Premio di Federculture per la gestione culturale (2006)
  • Premio Capo d'Orlando di management museale (2008)
  • Premio Lombardia per il Lavoro di Regione Lombardia (2009)

Pubblicazioni

  • “Milano e le sue rotte obbligate – Appunti per una cittadinanza sostenibile” (1° Premio Nazionale Divulgazione Scientifica 2016 -Scienze giuridiche, economiche e sociali), Edizioni Angelo Guerini e Associati Srl

Note

Pagine correlate

Tutor di questa pagina WikiMilano

Vuoi proporre aggiornamenti e integrazioni o segnalare errori e imprecisioni?

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano oppure entra a far parte della Community.


Perché questa pagina è su WikiMilano?

Perché soddisfa i criteri di enciclopedicità che fanno capo al principio generale di rilevanza del soggetto per Milano e il suo territorio.

I soggetti presenti su Wikimilano svolgono, o hanno svolto, attività significative per lo sviluppo economico, sociale e culturale della città e dell’hinterland. La loro opera contribuisce a costruire l’identità della Grande Milano, il suo patrimonio materiale e immateriale.