WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Veneranda Biblioteca Ambrosiana

(Reindirizzamento da Pinacoteca Ambrosiana)
Jump to navigation Jump to search
Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Ambrosianalogo.png
Biblioteca Ambrosiana facciata pincipale (Milano).jpg
Protagonisti
Collegio dei dottori
Congregazione dei Conservatori
Segretario generale Ugo Pavanello
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Indirizzo Piazza Pio XI, 2
Caricamento mappa ...
Contatti
Email info@ambrosiana.it
Sito Web http://www.ambrosiana.it

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana custodisce, da secoli, un enorme patrimonio librario e archivistico, rendendola una delle biblioteche più importanti al mondo. La Pinacoteca Ambrosiana espone importanti capolavori, con un focus su artisti lombardi.

Checked.png Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (9/12/2020)

Storia

La Biblioteca e la Pinacoteca Ambrosiana vengono fondate dal cardinale Federico Borromeo rispettivamente nel settembre 1607 e nell’aprile 1618.

La Biblioteca Ambrosiana è tra le prime a consentire l’accesso a chiunque fosse in grado di leggere e scrivere. Viene concepita come un centro di studio e di cultura improntato al dialogo, ricca è infatti la raccolta di libri e manoscritti appartenenti a fedi e culture diverse.

La Pinacoteca viene costituita dalla donazione personale di dipinti e sculture del Cardinale Borromeo, a corredo della Biblioteca.

Attività

La Biblioteca è tra le più importanti a livello mondiale, ricca di oltre un milione di stampati, tra cui migliaia di incunaboli e cinquecentine, quasi quarantamila manoscritti, tra cui il celeberrimo Codice Atlantico e alcuni tra i più importanti manoscritti esistenti al mondo, in italiano, latino, greco, arabo, siriaco, etiopico, copto, cinese, dodicimila disegni, di Raffaello, Pisanello, Leonardo e altri illustri maestri, ventiduemila incisioni e altre rarità.

Oltre ad essere consultabili in loco, è in atto un processo di digitalizzazione di molti codici e manoscritti, rendendone fruibile la visione anche a distanza.

La Pinacoteca invece ospita molti capolavori, come il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, l’Adorazione dei Magi di Tiziano, la Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel.

Oltre a opere di epoca rinascimentale, il museo annovera tra le sue collezioni importanti autori del Seicento lombardo (Morazzone, Giulio Cesare Procaccini, Daniele Crespi e Carlo Francesco Nuvolone), del Settecento (Giandomenico Tiepolo, Fra Galgario, Francesco Londonio), e un notevole nucleo di autori ottocenteschi e del primo Novecento (Andrea Appiani, Francesco Hayez, Mosè Bianchi, Emilio Longoni…).

Protagonisti

Collegio dei Dottori

Congregazione dei Conservatori

Segretario generale

Segretario generale della Veneranda Biblioteca Ambrosiana è Ugo Pavanello.

Revisori dei conti

Note

Voci correlate

Collegamenti esterni

Tutor della pagina WikiMilano

Contatta il tutor di questa pagina WikiMilano